Roulette Francese

AL CASINO' DI VENEZIA LA REGINA DELLE RUOTE

A Ca' Vendramin Calergi e a Ca' Noghera sono presenti room che ospitano tavoli di Roulette Francese, uno dei giochi più importanti e affascinanti di tutto il Casinò di Venezia. Lasciati sedurre dal rumore della boule che termina la sua corsa nel cilindro.

Come vincere alla roulette francese?
Il gioco è davvero semplice, bisogna cercare di indovinare in quale numero cadrà la pallina lanciata dal croupier (le bouler) e in base alla combinazione scelta si ha diritto a premi proporzionali.

IL GIOCO

Il tavolo (table de jeu) ha forma rettangolare, il piano è ricoperto quasi interamente da un tappeto verde (tapis verte) sul quale è disegnato il tracciato (tableau) formato dai numeri, dalle colonne, dozzine e combinazioni semplici.
In uno dei due lati più corti è posizionata la "roulette", un cilindro in legno (le cylindre) al cui interno ruota, appoggiato su un meccanismo di precisione, un piatto metallico suddiviso in trentasette caselle (cases), queste comprendono lo 0, diciotto numeri rossi e diciotto numeri neri alternati tra loro dall'1 al 36. Vicino alla roulette è sistemata la dotazione della "banca" composta da gettoni (jetons et plaques) di forma e valore diversi.
 
Il Capo Tavolo (Chef de Table) è responsabile del tavolo; egli ha il compito di sovrintendere le attività di gioco garantendo il rispetto dei regolamenti mentre i tre impiegati (croupiers), seduti al tavolo rispettivamente a destra (droite), a sinistra (gauche) e di fronte (bout de table) allo Chef, hanno l'incarico di condurre la partita eseguendo tutte le operazioni necessarie al suo regolare svolgimento.
 
Il gioco è molto semplice: si scommette contro il banco cercando di indovinare in quale numero cadrà la pallina lanciata dal croupier (le bouler). Le puntate vincenti daranno diritto a dei premi proporzionali sia al valore dei gettoni che al tipo di combinazione scelta.
 
La partita inizia con il tradizionale annuncio dell'impiegato "Messieurs, faites vos jeux", rivolto ai giocatori (joueurs) per invitarli a effettuare le proprie puntate, termina con il lancio della boule (il giro è inverso a quello del cilindro) e la consueta frase "Rien ne va plus". Da questo momento in poi non è più permesso giocare, solamente il Capo Tavolo può concedere una deroga.
 
La pallina determina il numero vincente quando si ferma in una delle trentasette caselle del cilindro.
Le bouler annuncia in francese il numero e le relative combinazioni semplici (rouge o noir, pair o impair, manque o passe). Subito dopo gli impiegati di destra e di sinistra svolgono i seguenti compiti: uno indica il numero sul tappeto con il rastrello (rateau), elenca in francese le combinazioni multiple vincenti e ritira i gettoni perdenti; l'altro paga le vincite, completando una combinazione alla volta, rispettando il seguente ordine: colonna, dozzina, chances semplici, sestine e terzina, carré, cavallo e pieno.

Se il numero uscito è pari rastrella l'impiegato di destra, mentre quello di sinistra paga, se è dispari avviene il contrario.
 
Nelle colonne e dozzine i pagamenti iniziano dai gettoni di valore minore e terminano con quelli di valore maggiore. Nelle combinazioni semplici, indipendentemente dalla puntata, vengono pagati per primi i gettoni fisicamente più lontani rispetto all'impiegato, posizionando le fiches, al pari delle colonne e dozzine, accanto o sopra alla posta iniziale. Nelle "combinazioni multiple" l'impiegato passa con il rateau un pagamento alla volta iniziando dalle vincite realizzate con la puntata di importo inferiore e terminando con quelle di importo maggiore.
 
Con l'uscita dello 0 vincono le puntate su questo numero e sulle sue combinazioni multiple; perdono colonne e dozzine, mentre le giocate sulle combinazioni semplici, dimezzando il loro valore, sono "messe in prigione" (enfermées) e spostate sull'apposita linea.

Le puntate "imprigionate una volta", se vincenti il colpo successivo, vengono liberate dall'impiegato e possono essere ritirate, se perdenti sono incamerate dal banco.

Le puntate "imprigionate più volte consecutive" (fino ad un massimo di tre, alla quarta l'importo ancora in gioco sarà diviso) per poter essere liberate dovranno vincere tante volte quante sono state imprigionate.

Ad ogni uscita dello 0 il giocatore ha la possibilità di ritirare metà della posta rimasta "à partager" (l'altra sarà trattenuta dal banco), lasciarla dove si trova o farla spostare, sempre vincolata, in un'altra combinazione semplice".


COMBINAZIONI E PAGAMENTI

In caso di vincita il valore della puntata viene pagato rispettando la seguente tabella:

CHANCES MULTIPLE  
PIENO 35 volte
CAVALLO 17 volte
CARRÈ 8 Volte
QUATTRO PRIMI 8 Volte
TERZINA 11 Volte
SESTINA 5 Volte
DOZZINA 2 Volte
COLONNA 2 Volte
CHANCES SEMPLICI  
PARI alla pari
DISPARI alla pari
MANQUE (1-18) alla pari
PASSE (19-36) alla pari
ROSSO alla pari
NERO alla pari

ANNUNCI

Il giocatore può puntare direttamente o affidare le proprie puntate al croupier indicando ad alta voce il loro valore e le combinazioni sulle quali intende giocare. Questi annunci sono sempre ripetuti dall'impiegato.

 

Vicini dello zero 9 gettoni
Serie 5/8 6 gettoni
Orfanelli 5 gettoni
Nassa 5 gettoni
Zero spiel 4 gettoni
Settori di 5 numeri 5 gettoni
Finali in Pieno  
0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 4 gettoni
7 - 8 - 9 3 gettoni
Finali a Cavallo orizzontali  
0/1 - 1/2 - 2/3 - 4/5 - 5/6 5 gettoni
7/8 - 8/9 4 gettoni
Finali a Cavallo verticali  
0/3 - 1/4 - 2/5 - 3/6 4 gettoni
4/7 - 5/8 - 6/9 - 7/10 - 8/11 - 9/12 3 gettoni

SETTORI E FINALI

La Serie 5/8 e i Vicini dello Zero sono tradizionalmente tenuti "pagati a piazzare" dall'impiegato, i gettoni corrispondenti all'ammontare della giocata sono stesi a fianco della linea esterna che delimita il Passe o il Manque. A numero uscito, il gettone, nella terzina e nel Carré dei Vicini dello Zero sono due, verrà piazzato solo se risulterà vincente la combinazione giocata mentre sarà annullato se perdente.

La Serie 5/8 (Le Tiers du Cylindre)

Si giocano dodici numeri con sei gettoni ed è formata dai seguenti cavalli: 5/8 - 10/11 - 13/16 - 23/24 - 27/30 - 33/36.

I Vicini dello Zero (Les Voisins du Zéro)

Si giocano diciassette numeri con nove gettoni e sono formati dalle seguenti combinazioni: due pezzi sulla terzina 0/2/3 e carré 25/29, un pezzo per ognuno dei seguenti cavalli 4/7 - 12/15 - 18/21 - 19/22 - 32/35.

Gli Orfanelli (Les Orphelins)

Sono formati da due settori del cilindro distanti tra loro che separano i numeri della Serie 5/8 da quelli dei Vicini dello Zero: 17/34/6 da una parte e 1/20/14/31/9 dall'altra.

Gli Orfanelli si accettano giocati a cavallo con cinque gettoni così ripartiti: un pezzo in pieno al numero 1 e un pezzo per ognuno dei seguenti cavalli: 6/9 - 14/17 - 17/20 - 31/34, oppure in pieno con otto gettoni.

La Nassa

Si gioca con cinque pezzi puntando un gettone per ognuna delle seguenti combinazioni: 0/3 - 12/15 - 19 - 26 - 32/35.
Una variante, nota come "Zero spiel", non comprende il 19 e quindi si gioca con quattro gettoni posizionati singolarmente: 0/3 - 12/15 - 26 - 32/35.

Settore di 5 Numeri (Un Numéro et Deux Voisins)

È formato da un numero e dai suoi laterali sul cilindro, due a destra e due a sinistra. Si punta con cinque pezzi giocando i pieni.

Le Finali (Les Finales)

Si individuano osservando il tracciato dei numeri sul tappeto, possono essere in pieno e a cavallo. Le finali in pieno sono formate dai numeri che hanno in comune la stessa cifra finale (le unità), ad esempio la "1": 1/11/21/31. Le finali a cavallo hanno in comune le unità di due numeri vicini tra loro (a cavallo) e, a loro volta, si dividono in orizzontali e verticali.
- Le Finali Verticali
Sono formate da due numeri posti uno sopra all'altro, si giocano a cavallo con tre o quattro gettoni determinati dalla posizione dei numeri sul tracciato. Esempio finale 3/6 quattro pezzi: 3/6 - 13/16 -23/26 - 33/36.
- Le Finali Orizzontali
Comprendono una sequenza di due numeri consecutivi giocati a cavallo e in pieno (due per Finale) determinati dalla loro collocazione sul tracciato, si puntano con quattro o cinque gettoni. Molto richiesta è la finale 8/9: 8/9 - 18 - 19 - 28/29 (quattro pezzi).

Gli annunci vincenti si possono far rigiocare dall'impiegato utilizzando l'importo del pagamento:

A rifare             Lo stesso numero di pezzi.

A completare    Lo stesso numero di pezzi, meno la puntata.

Per il tutto        (Serie e Vicini) Tutta la vincita e la puntata
(la serie triplica, i vicini raddoppiano).

REGOLE GENERALI

• Ogni spostamento, correzione o errore anche dell'impiegato di gioco, dovrà essere segnalato al Capo Tavolo prima dell'annuncio del "Rien ne va plus".

• La vincita è determinata unicamente dalla posizione del gettone all'uscita del numero, quindi il cliente è invitato a seguire attentamente lo svolgimento della partita, a controllare la posizione dei propri gettoni sul tavolo da gioco, anche se piazzati dall'impiegato, e a presenziare ai pagamenti.

• La Direzione declina ogni responsabilità sulle puntate effettuate dall'impiegato in modo non conforme alle richieste del giocatore.

• Non è consentito puntare a cavallo sulle combinazioni semplici, sulle dozzine e sulle colonne.

• Il giocatore che vince conserva la sua puntata iniziale che può essere lasciata nella stessa combinazione oppure, al termine del pagamento, ritirata o spostata.

• I giocatori non possono toccare i gettoni vincenti prima che siano completati tutti i pagamenti.

• Per poter nuovamente puntare i giocatori devono attendere che l'impiegato abbia liberato il numero e ritirato tutte le giocate perdenti (sulle combinazioni vincenti è possibile farlo al termine di tutti i pagamenti).

• Le vincite non riscosse sulle chances multiple sono subito accantonate assieme alle puntate, quelle sulle chances semplici, colonne e dozzine dopo il terzo colpo.

• Le puntate minime e massime sono evidenziate sui singoli tavoli da gioco mediante appositi cartelli, gli importi sono strettamente vincolanti per il giocatore, che non può mai superarli neppure con l'intervento di terzi. La vincita eccedente realizzata superando il massimo consentito non sarà pagata e la differenza della puntata verrà restituita al cliente.

• La Direzione si riserva il diritto di modificare i minimi e i massimi anche nel corso della stessa giornata: il Capo Tavolo avviserà verbalmente i giocatori e disporrà il cambio del relativo cartello.

• È facoltà della Direzione sospendere la partita in qualsiasi momento della giornata.

• La risoluzione di eventuali controversie in materia di gioco è demandata alla decisione inappellabile della Direzione Giochi.